Luoghi da Vivere



I SASSI DI

MATERA

Patrimonio Mondiale UNESCO

matera
Matera Capitale della Cultura 2019

Matera è una città tra le più antiche del mondo il cui territorio custodisce testimonianze di insediamenti umani a partire dal paleolitico e senza interruzioni fino ai nostri giorni. Rappresenta una pagina straordinaria scritta dall’uomo attraverso oltre 10.000 anni di storia.
E’ la città dei Sassi, il nucleo urbano originario, sviluppatosi a partire dalle grotte naturali scavate nella roccia e successivamente modellate in strutture sempre più complesse all’interno di due grandi anfiteatri naturali che sono il Sasso Caveoso e il Sasso Barisano.
Nel 1993 l’UNESCO dichiara i Sassi di Matera Patrimonio Mondiale dell’Umanità, si tratta del 6° sito in Italia in ordine cronologico, il primo nel meridione. In occasione di questa iscrizione, per la prima volta l’UNESCO utilizza nei criteri e nelle motivazioni il concetto di paesaggio culturale, che in seguito verrà utilizzato per motivare l’iscrizione di altri siti nel mondo.
L’architettura irripetibile dei Sassi racconta la capacità dell’uomo di adattarsi perfettamente all’ambiente e al contesto naturale, utilizzando con maestria semplici caratteristiche come la temperatura costante degli ambienti scavati, la calcarenite stessa del banco roccioso per la costruzione delle abitazioni fuori terra e l’utilizzo dei pendii per il controllo delle acque e dei fenomeni meteorici.
La struttura architettonica è costituita da due sistemi, quello immediamente visibile realizzato con le stratificazioni successive di abitazioni, corti, ballotoi, palazzi, chiese, strade orti e giardini, e quello interno e invisibile a prima vista costituito da cisterne, neviere, grotte cunicoli e sistemi di controllo delle acque, sistemi essenziali per la vita e la ricchezza della comunità.
I Sassi di Matera sorgono su uno dei versanti di un canyon scavato nel tempo dal torrente Gravina. Sull’altro versante si estende il Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano, il cui paesaggio rappresenta il contesto originario dei luoghi, sviluppatosi nel tempo con gli insediamenti urbani soltanto sul versante opposto dei Sassi.
Il Parco custodisce gli insediamenti più antichi del territorio. Tra questi la Grotta dei Pipistrelli i cui ritrovamenti paleolitici sono conservati presso il Museo Nazionale Domenico Ridola a Matera, i villaggi neolitici di Murgecchia, Murgia Timone e Trasanello


Basilicata, bella scoperta!

In giro per la

Basilicata

Cosa vedere nei dintorni di Matera

CRACO

(KM 55)

Definita la ``città Fantasma`` , per il suo improvviso abbandono da parte degli abitanti a causa di una frana nel 1963, è stata più volte location di film.

METAPONTO

(KM 60)

L’Agorà, il teatro e i templi di Hera e di Apollo Licio; le 15 intatte colonne doriche delle Tavole Palatine e il Museo archeologico, uno dei più importanti del sud Italia.

POLICORO

(KM 65)

Con il suo bosco riserva “Pantano” , le sue spiagge di sabbia bianca e il suo museo archeologico la “ Siritide”, è la metà ideale per una vacanza al mare e culturale.

PARCO DEL POLLINO

(KM 95)

Il Parco Nazionale del Pollino, la più grande area protetta d’Italia dove è possibile praticare: dalle silenziose escursioni a contatto con la natura più incontaminata e selvaggia al trekking, dall’alpinismo al rafting.